Bottone rivista_Tavola disegno 1

VERSO GLI STATI GENERALI DELLA FILIERA HORECA

Dalla Camera parte una rivoluzione per il settore, tra identità riscoperta, sostenibilità e valorizzazione del made in Italy

Un momento della conferenza stampa dello scorso 11 luglio, da sinistra, Giuseppe Maria Arditi, Presidente Salvatore Deidda, Viceministro Galeazzo Bignami, Onorevole Riccardo Zucconi e Roberto Santarelli

Lo scorso 11 luglio, nella cornice della Sala stampa della Camera dei Deputati, si è svolta la conferenza stampa dal titolo “Il futuro della distribuzione HO.RE.CA. Identità, sostenibilità e tutela del Made in Italy”, coordinata dall’Onorevole Riccardo Zucconi, segretario di Presidenza della Camera dei Deputati, da sempre vicino alle istanze di comparto, che ne ha anche supportato – con il suo staff – l’organizzazione e dove sono intervenuti l´On. Galeazzo Bignami, Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’On. Salvatore Deidda, Presidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, oltre che i referenti delle due realtà che hanno consentito questo momento di confronto istituzionale: Edoardo Solei, Presidente di Rete Ho.Re.Ca, e Giuseppe Maria Arditi, Presidente AGroDiPAB nonché vice presidente di Rete Ho.Re. Ca. Il tutto è stato moderato da Roberto Santarelli editore della rivista DH – Distribuzione Ho.Re.Ca, nonché Direttore generale di Rete Ho.Re.Ca.

 

PRIMO PASSO VERSO L’EMANCIPAZIONE

La conferenza stampa è stata una preziosa occasione per mettere al centro il comparto, le sue potenzialità e il suo futuro, partendo dalle disposizioni contenute nella proposta di legge, depositata dall’On. Zucconi e dal Presidente Deidda, illustrata proprio in quella sede, che rappresenta un primo passo verso l’emancipazione identitaria del comparto della distribuzione Ho.Re.Ca, e il suo più adeguato e attivo posizionamento entro la filiera Ho.Re.Ca. È stato, inoltre, sottolineato quanto sia rilevante il settore, quello che è il suo ruolo strategico nelle dinamiche di approvvigionamento da parte degli esercizi Ho.Re.Ca e di quanto sia stato dimenticato in questi anni, soprattutto durante la crisi pandemica. Ed è proprio questo il punto: ripartire da ciò che manca, e che è mancato, per creare ciò che sarà.

 

PRESA DI COSCIENZA

Il Ministro Bignami ha espresso condivisione verso le disposizioni della proposta di legge Zucconi-Deidda che consente al Governo di offrire una garanzia sul fronte della distribuzione Ho.Re.Ca. Ha sottolineato ulteriormente che è proprio questa la direzione per sostenere le aziende di settore, non con l’elargizione di sussidi ma con la garanzia di un investimento strutturale di settore. Si è poi soffermato sul sostegno alla mobilità e al superamento degli attuali vincoli in materia di trasporto e oneri ad esso correlati. Ha evidenziato anche che la “transizione green” non può essere attuata senza una necessaria garanzia di un accompagnamento del settore, poiché l’orizzonte del 2035 non deve essere inteso come una “ghigliottina”. Ha salutato positivamente la proposta – inclusa nel disegno di legge Zucconi-Deidda e fortemente voluta da Agrodipab-Rete Ho.Re.Ca – di rimozione del vincolo dell’età per l’accesso al bonus patente, da intendersi come una misura sicuramente valida che consente di creare una finestra per l’accesso al mondo del lavoro che si presenta alternativa ai sussidi ed indennità finora erogate a favore dei lavoratori. Il Presidente Deidda ha sottolineato che non si può dimenticare il ruolo decisivo svolto in Italia dal settore Ho.Re.Ca nel periodo più buio legato al Covid, quando aziende e lavoratori del comparto hanno garantito un servizio essenziale per l’intera collettività. Consapevoli della strategicità di questo settore, si è inteso elaborare una proposta di legge che mira a risolvere numerose problematiche, ma soprattutto a dare la giusta importanza a un intero indotto. Ha ulteriormente espresso l’opportunità del superamento della burocrazia sottesa alle procedure di accesso dei distributori nelle aree cittadine sottoposte a vincoli e limitazioni e ha evidenziato che il comparto avrà una fase di ascolto nell’ambito della prossima riforma del Codice della strada. Concludendo, ha sottolineato che verrà dato tutto il supporto possibile alla realtà distributiva, che sarà sempre gradita ospite presso la commissione Trasporti della Camera.

 

UN SEGMENTO DA RILANCIARE

L´On. Zucconi ha evidenziato come per tanto tempo il settore è stato considerato un’economia di serie “B”, ma con il lavoro portato avanti anche insieme a lui fin dalla scorsa legislatura è stato possibile comprendere che si tratta di un segmento economico da tutelare e rilanciare e non da ostacolare. In occasione della conferenza stampa l’On. Zucconi ha lanciato ufficialmente gli stati generali della Filiera Ho.Re.Ca, affermando che nel prossimo autunno si svolgeranno presso le sale della Camera dei Deputati, per creare un momento di dialogo tra aziende produttrici di agroalimentare, distribuzione di prodotti Ho.Re.Ca ed esercizi Ho.Re.Ca. e sottolineando come questo confronto servirà a predisporre un piano strategico, lungimirante e multilivello che veda il coinvolgimento attivo di tutti i principali stakeholder e in grado di dare risposte di lungo termine all’intero comparto.

 

MOMENTO STORICO

Per il presidente di Rete Ho.Re. Ca, Edoardo Solei, e il presidente di AGroDiPAB, Giuseppe Maria Arditi, la conferenza stampa ha rappresentato un momento storico per la categoria dei distributori HO.RE.CA, per anni relegata nell’ombra ed esclusa da ogni tavolo di confronto e sostegno. I Presidenti Solei e Arditi hanno sottolineato: «Abbiamo un sogno: valorizzare la filiera HO.RE.CA come interlocutore strategico dell’eccellenza agroalimentare italiana. Per questo abbiamo lanciato gli Stati Generali al fine di creare uno straordinario teatro di confronto tra produzione, distribuzione ed esercizi Ho.Re.Ca, nella prospettiva di identificare una filiera di eccellenza italiana. Inizia una stagione nuova in cui i distributori sono parte attiva di questo percorso di rinascita economica».

 

MA PERCHÉ PARLIAMO DI FILIERA HO.RE.CA E VOGLIAMO INDIRE ADDIRITTURA GLI STATI GENERALI?

In uno scenario economico-politico in cui è diventato prioritario porre l’accento su quelle filiere che detengono una componente strategica e un livello elevato di proiezione dell’eccellenza del made in Italy, è inderogabile gettare un riflettore su un comparto nel quale – sebbene pragmaticamente sussiste una filiera – questa non è stata mai identificata come tale in ragione della frammentazione identitaria dei soggetti e degli attori economico-produttivi che la contraddistinguono. Pertanto Agrodipab e Rete Ho.Re.Ca hanno ritenuto prioritario promuovere un confronto tra i tre attori della filiera, al fine di orientarli verso il miglioramento e la valorizzazione, in termini normativi ed organizzativi. L’idea alla base degli Stati Generali dell’Horeca deve essere quella di predisporre un piano strategico, di lungo periodo, che veda appunto il coinvolgimento attivo e vivace degli attori della filiera e che sia poi indirizzato al Governo, le cui componenti saranno invitate a presenziare.

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO

Appuntamento allora al prossimo 24 ottobre 2023, alle ore 10, presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati, per gli “Stati generali della filiera Ho.Re.Ca, una filiera da riscoprire tra sostenibilità e tutela del made in Italy”. Parteciperanno alcuni membri del Governo e del Parlamento, preminenti aziende rappresentative della produzione food & beverage e rappresentanze degli esercizi Ho.Re.Ca. Durante l’evento si alterneranno confronti istituzionali e “salotti tecnici” dove verrà dato spazio agli imprenditori di filiera che approfondiranno tematiche di natura fiscale, economico-produttiva ed energetica per poi sottoporre specifiche proposte direttamente ai membri di Governo. Gli Stati Generali saranno anche l’occasione per presentare e degustare l’eccellenza italiana proposta dai produttori enogastronomici italiani e per riflettere sulle opportunità e le potenzialità del made in Italy nella filiera Horeca. Per restare aggiornato sull’evento e per avere maggiori informazioni, puoi contattare la seguente mail: ass.agrodipab@gmail.com

 

logo DH

Seguici sempre sui nostri social

 Instagram – Facebook – Linkedin

RELATED POST

L'industria delle bevande in generale sta entrando in una nuova era. I produttori di birra, vino, alcolici e bevande analcoliche, precedentemente ‘puri’, stanno adottando un approccio olistico per soddisfare una gamma più ampia di preferenze e occasioni di consumo.
I dati più recenti dell'IWSR mostrano che il consumo di analcolici nei 10 principali mercati no/low-alcohol del mondo che rappresentano circa il 70% dei volumi globali di analcolici, è cresciuto del +5% in volume nel 2023 e il mercato vale ora oltre 13 miliardi di dollari.