Bottone rivista_Tavola disegno 1

LA TRADIZIONE CHE VIVE

Il birrificio Maxlrain

L’incantevole paradiso birrario dell’Alta Baviera

 

di Lorenzo Viganò

Chi ama la birra della Baviera, a Maxlrain trova quello che potrebbe considerarsi un vero e proprio paradiso: il meglio della cultura brassicola regionale, in un contesto paesaggistico e ospitale che non teme confronti. Dalle sue origini, documentate storicamente risalenti al 1636, Schlossbrauerei Maxlrain arriva ai nostri giorni con la stessa essenza: profondamente legato al territorio, indipendente e gestito da privati. Il pregio dei suoi prodotti si unisce alla bellezza del luogo e al prestigio della nobile famiglia dei Principi Lobkowicz, residenti nel magnifico castello adiacente il birrificio.

th_Schlossbrauerei Maxlrain - Gruppenbild Original_HG_NEU2

CURA ARTIGIANALE

Le 16 specialità birrarie Maxlrainer, ispirate alle ricette tradizionali bavaresi, sono prodotte con la massima attenzione agli ingredienti utilizzati. Il profondo legame col territorio si esprime proprio nella scelta delle materie prime. Partendo dall’acqua, proveniente da fonte propria: il birrificio si trova ai piedi delle Alpi Bavaresi, da cui originano le sorgenti di Maxlrain. Gli accordi con fidate aziende agricole della regione, permettono di seguire ogni fase nella produzione di orzo selezionato di una varietà antica, ideale per le caratteristiche organolettiche e per la maltatura. La stessa attenzione viene riservata ai luppoli, scelti tra le migliori varietà aromatiche cresciute in Baviera, coltivate da aziende partner del birrificio da decenni. Il mastro birraio Josef Kronast, ogni anno si accerta che i raccolti di orzo e luppolo siano conformi all’elevato standard qualitativo richiesto, recandosi personalmente nei campi coltivati e collaborando con gli agricoltori, per ottenere il meglio nella produzione birraria. Preservazione del suolo e sostenibilità sono parte delle buone pratiche produttive, assieme all’utilizzo al 100% di energia idroelettrica rinnovabile per l’alimentazione degli impianti.

il principe Erich von Lobkowicz con il figlio Peter

A sinistra, il principe Erich von Lobkowicz con il figlio Peter

Roland Bräger, direttore del birrificio Schlossbrauerei Maxlrain, mostra i premi DLG ottenuti consecutivamente per 15 anni, senza interruzione

Roland Bräger, direttore del birrificio Schlossbrauerei Maxlrain, mostra i premi DLG ottenuti consecutivamente per 15 anni, senza interruzione

GAMMA COMPLETA

La gamma delle birre Maxlrainer abbraccia tutte le specialità della tradizione bavarese: dalle Hell alle Weisse, dalla Pils alla scura Schwarzbier, dalla Zwickl alle stagionali alla Festbier; una scelta ampia e varia per tutte le occasioni di consumo. Schlosswirtschaft e Bräustüberl, il ristorante del castello e il locale birreria, frequentati in ogni periodo dell’anno, sono un esempio di servizio delle specialità Maxlrainer, replicabile con lo stesso successo, grazie alla puntuale, centrata consulenza offerta ai clienti della ristorazione.

SPAZIO PER EVENTI

I generosi spazi aperti che circondano il castello e il birrificio costituiscono un suggestivo scenario per eventi di richiamo, organizzati in collaborazione con associazioni culturali, sportive e musicali, che animano Maxlrain in ogni stagione.

www.maxlrain.de

logo DH

Seguici sempre sui nostri social

InstagramFacebookLinkedin

RELATED POST

L'industria delle bevande in generale sta entrando in una nuova era. I produttori di birra, vino, alcolici e bevande analcoliche, precedentemente ‘puri’, stanno adottando un approccio olistico per soddisfare una gamma più ampia di preferenze e occasioni di consumo.
I dati più recenti dell'IWSR mostrano che il consumo di analcolici nei 10 principali mercati no/low-alcohol del mondo che rappresentano circa il 70% dei volumi globali di analcolici, è cresciuto del +5% in volume nel 2023 e il mercato vale ora oltre 13 miliardi di dollari.