Bottone rivista_Tavola disegno 1

COME TAGLIARE I COSTI AZIENDALI NASCOSTI

A CURA DI GIUSEPPE ARDITI

Un nuovo strumento pensato per agevolare gli imprenditori e favorire il loro business attraverso alcuni consigli pratici

Caro imprenditore, con questo numero inauguro la mia rubrica, sono onorato e ringrazio DH per l’opportunità. Seguimi sempre, da adesso in poi, a ogni uscita ti fornirò consigli da mettere in pratica subito, grazie ai quali potrai migliorare il tuo business.

MI PRESENTO

Chi sono? Giuseppe Arditi, un collega, la mia azienda è Ristopiù Lombardia Spa (commercializziamo e distribuiamo food and beverage per l’horeca), sono anche presidente del Consorzio Ursa Major, team di imprese determinate a valorizzare la cultura della distribuzione alimentare sul territorio nazionale, vicepresdente con delega ai rapporti con le istituzioni della neonata Rete Distributori Horeca e vicepresidente di AGroDiPAB – Associazione Grossisti della Distribuzione di Prodotti Alimentari e Bevande – che ha sede a Roma, a due passi dal Parlamento, dove spesso riceviamo senatori e deputati. Come vedi, a differenza di altri colleghi che si dedicano alla teoria e basta, io sono abituato ad agire, nel concreto, portando le istanze della nostra categoria sui tavoli che contano e fornendo idee e soluzioni pratiche per cambiare, subito, quello che non va.

L’UNIONE FA LA FORZA

Ho un obiettivo: tenerci uniti e fare “massa critica” così da contare sempre di più. Insieme, infatti, siamo una potenza: considera che la nostra Rete d’Impresa RDH include oggi 12 operatori tra consorzi e società che rappresentano oggi 640 aziende, 406.000 esercizi commerciali a livello nazionale e internazionale, con un giro d’affari complessivo stimato in 5 miliardi di euro e la generazione complessiva di oltre 20.000 posti di lavoro. Siamo una potenza e vogliamo contare.

PRONTI A PARTIRE?

Come anticipato, vado diretto al punto: in questo numero ti aiuto a tagliare i costi aziendali che derivano da spese nascoste che si ripetono; parlo dei costi che non controlli mai e che in questo periodo diventano un fardello non indifferente. Andiamo con ordine: Tari, Imu, Imposta sulla pubblicità (per esempio delle insegne degli automezzi). Forse non lo sai, ma esistono agenzie specializzate che ti aiutano a gestire questi costi e a verificare come e dove si può intervenire. Non le conosci? Contattami direttamente*. Altro tema “caldo”: il contratto estintori. Non continuare per pigrizia con il solito fornitore, fai preparare tre preventivi da tre aziende diverse e scegli il più basso, a parità di servizio erogato (non ne conosci? Posso aiutarti io).

Per quanto riguarda invece il consumo del carburante per chilometro della flotta automezzi: verifica quanti chilometri vengono percorsi da ogni autista e poi metti a confronto il dato, emergerà subito un eventuale utilizzo non adeguato da parte di qualcuno. In questo caso, dovrai suggerire all’autista di mantenere uno stile di guida atto a consumare meno (limite di velocità a 110 km/h, scalare delicatamente le marce,…). Personalmente consiglio sempre di acquistare automezzi uguali, della stessa marca e modello, con cambio automatico, aria condizionata e radio, così da avere consumi sempre uguali.

Giuseppe-Arditi

A OGNI NUMERO TI DARÒ IDEE E SUGGERIMENTI CHE TI FARANNO RISPARMIARE O GUADAGNARE SEMPRE DI PIÙ. NON VEDO L’ORA DI INCONTRARTI!

Hai domande o argomenti che vorresti fossero trattati? Scrivi a: mit@ristopiulombardia.it

 

Seguici sempre sui nostri social

InstagramFacebookLinkedin

logo rivista Distribuzione Horeca

RELATED POST

Il 6 novembre all’ADI Design Museum di Milano è stata presentata la selezione ADI Design Index 2023 e il progetto Qualitaly è stato inserito nel volume che condensa il best of del design italiano e concorre al Compasso d’Oro edizione 2024.