Bottone rivista_Tavola disegno 1

CANTINE RIVIERA DEL BRENTA ENTRA IN SAN MARTINO VINI

La rinascita delle storiche Cantine Riviera del Brenta trova un prezioso alleato in San Martino Vini, azienda che negli ultimi anni ha dimostrato notevoli capacità commerciali e ha fortemente investito nello sviluppo di tecnologici impianti produttivi
 Dalla fusione tra le due realtà nasceranno positive sinergie, con la volontà di valorizzare ancora di più i territori di appartenenza e le rispettive denominazioni. Fondata nel 1947 come cantina sociale di Dolo per lavorare le uve e commercializzare il vino degli agricoltori locali, Cantine Riviera del Brenta garantisce così ai propri soci conferitori un futuro prospero entrando a far parte un’azienda solida che condivide i principi di qualità, genuinità e sostenibilità.
Già da tempo le due realtà erano legate da un positivo rapporto di partnership che coinvolgeva la vinificazione di vini bianchi e delle bollicine. Forte dell’esperienza nella spumantizzazione, da diversi anni San Martino collaborava con Cantine Riviera del Brenta mettendo a disposizione i propri impianti e le proprie competenze per la produzione del Prosecco e dei frizzanti. La moderna linea di imbottigliamento, realizzata nel 2019 a Visnà di Vazzola in provincia di Treviso e dotata dei più aggiornati sistemi automatici di controllo e di gestione, consente infatti a San Martino di confezionare 10 milioni di bottiglie all’anno, proponendosi anche come fornitore conto terzi per la realizzazione di spumanti di qualità e per l’imbottigliamento con packaging personalizzato per private label.
Importante fusione
Ora la fusione tra San Martino e Cantine Riviera del Brenta porterà a una maggiore integrazione e razionalizzazione tra le due aziende, rafforzando l’impegno verso la ricerca della qualità in ogni dettaglio, a partire dal territorio, fino a tutte le fasi del processo di vinificazione, invecchiamento e imbottigliamento.
Nel pieno rispetto della tradizione, Cantine Riviera del Brenta conserverà il marchio per identificare i vini prodotti nel proprio territorio. San Martino intende rilanciare infatti Cantine Riviera del Brenta mantenendone specificità e unicità. Attraverso l’acquisizione sarà possibile infatti ampliare l’offerta commerciale puntando su promettenti varietà che al momento sono meno rappresentate nel proprio assortimento, senza creare sovrapposizioni. In particolare mira a valorizzare i vini della Doc Venezia, come il Pinot grigio e lo Chardonnay, e i rossi tradizionalmente coltivati nel territorio, come il Cabernet, il Merlot e il Raboso.
Restyling dell’immagine
San Martino investirà nel rilancio del brand delle Cantine Riviera del Brenta con una serie di interventi che riguarderanno il completo restyling dell’immagine.

RELATED POST

Con uno sguardo rivolto al passato e un pensiero verso il futuro, la famiglia Arione affronta le sfide quotidiane puntando sull’innovazione e su una nuova immagine