NASCE LA RETE DISTRIBUTORI HORECA

Il primo grande network di operatori nel settore della distribuzione all’ingrosso, attivi nel canale Horeca

Con oltre il 50% del fatturato globale del mondo Horeca, la neonata Rete di Impresa Distributori Horeca Italia è il risultato del bisogno di incontro e confronto tra imprese del settore della distribuzione all’ingrosso durante il difficile periodo della pandemia. Al timone del nuovo network si trova il presidente Edoardo Solei, che guida anche il Consorzio Nazionale Distributori Horeca.it, affiancato da Romolo Lanciotti e Giuseppe Arditi, rispettivamente vice presidente con delega ai rapporti con le aziende e vice presidente con delega ai rapporti con le istituzioni, e dal segretario e coordinatore tecnico Giorgio Carlino.

EDOARDO SOLEI Presidente
GIUSEPPE ARDITI Vice Presidente con delega rapporti con le istituzioni
ROMOLO LANCIOTTI Vice Presidente con delega rapporti con le aziende
GIORGIO CARLINO Segretario e coordinatore tecnico

L’IDEA

«La Rete – spiega Solei – è nata da un gruppo WhatsApp, chiamato “Amici dell’Horeca”, che ha coinvolto tutti i consorzi italiani e le maggiori aziende operanti nel settore distributivo del beverage, dolciario, catering, alimentare, attivi nel canale Horeca.  Con la pandemia e nel mezzo del lockdown abbiamo risentito della mancanza di una conoscenza da parte delle istituzioni del nostro settore e del ruolo rivestito nel settore ridistributivo agroalimentare del canale Horeca». Per uscire da questa situazione di “invisibilità” è nata così l’idea di riunire tutti i distributori del canale in una Rete d’Impresa ufficialmente riconosciuta dalle vigenti normative di legge.

QUALCHE NUMERO

Protagonisti della rete sono 12 operatori, tra consorzi e società di beverage, catering, dolciario, alimentare, che lavorano tra la Valle d’Aosta e la Sicilia (ma anche all’estero), che rappresentano oggi 640 aziende, 406.000 esercizi commerciali, a livello sia nazionale sia internazionale, con un giro d’affari complessivo stimato in 5 miliardi di euro e la generazione complessiva di oltre 20mila posti di lavoro.

OBIETTIVI E PROGRAMMA

La Rete Distributori Horeca si propone come strumento di aggregazione fondamentale per dare una rappresentatività ufficiale alla propria filiera distributiva e punta a dare ai soci che ne fanno parte «un maggior peso contrattuale, gestionale e rappresentativo a tutti i livelli»; inoltre, ha in programma un rapporto di tipo sindacale con le istituzioni, volto ad affrontare problemi legati a iniziative di sostegno e all’attivazione di progetti di supporto indirizzate al Recovery Plan della Next Generation EU, che prevede di portare all’attenzione delle istituzioni le richieste della categoria.

IN VISTA DEL PNRR

In un periodo in cui è previsto l’arrivo di molte risorse dall’Europa, le imprese aderenti alla rete hanno deciso di unirsi per far sentire la loro voce alle istituzioni in vista dei fondi e delle iniziative del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), pubblicato lo scorso 5 maggio sul sito della Presidenza del Consiglio, dal valore complessivo di 235 miliardi di euro tra risorse europee e nazionali. «Come rete, vogliamo programmare insieme le richieste e le istanze riguardanti le nostre esigenze che diversamente, come già avvenuto sin d’ora, restano sconosciute per la poca visibilità della nostra categoria», spiega Solei. Tra le priorità, quindi, quella di attivare un sistema di raccolta dati da parte di tutti gli aderenti, la realizzazione di campagne di comunicazione e l’organizzazione di incontri e meeting in presenza e on line, «per una condivisione delle iniziative volte a migliorare e accrescere la nostra competitività».

PRESENTAZIONE AL PUBBLICO

La Rete di Impresa Distributori Horeca Italia è stata presentata al pubblico per la prima volta durante una tavola rotonda, gestita dal direttore di Dolcitalia, Stefano Raffaglio, al Cibus di Parma lo scorso 1° settembre. A questo evento è seguita la presentazione ufficiale della Rete lo scorso 19 ottobre, in occasione di un convegno organizzato nell’ambito della Vinitaly Special Edition, con la partecipazione attiva dell’azienda vitivinicola Ferrari di Trento e di Coca-Cola HBC Italia. Durante il convegno si è fatto il punto sulla situazione relativa a tutto il canale, partendo dalle gravi ripercussioni dell’emergenza sanitaria sul settore agroalimentare (e in particolare sui comparti della ristorazione e dell’ospitalità) e sulle prospettive sia nel breve, sia nel lungo periodo. Solei ha ribadito l’importanza strategica di questo canale di vendita e del ruolo dei distributori, definiti “trait d’union tra aziende produttrici e canale”.

La Rete raggruppa 12 CONSORZI attivi in tutta Italia che rappresentano 640 AZIENDE e oltre 406 MILA ESERCIZI

PER APPROFONDIMENTI E ULTERIORI INFORMAZIONI È POSSIBILE VISITARE IL SITO INTERNET DELLA RETE, CHE NE ILLUSTRA LA VISION, IL PROGRAMMA E GLI OBIETTIVI: WWW.RETEDISTRIBUTORIHORECA.IT