Bottone rivista_Tavola disegno 1

COME MASSIMIZZARE GLI UTILI DELL’AZIENDA?

C’è un valore preziosissimo da potenziare: quello dei collaboratori. Come sceglierli in modo che diventino il cuore pulsante dell’azienda?

Caro imprenditore, come ti ho spiegato nello scorso numero di DH, in tempi difficili occorrono scelte oculate per l’impresa. Occorrono strategia, pianificazione, controllo puntuale degli obiettivi. Più tieni sotto controllo il mercato e i tuoi numeri, più ti poni al riparo dagli eventuali “scossoni” provenienti dall’esterno (uno su tutti: l’aumento spropositato delle bollette). C’è però un asso nella manica che tutti gli imprenditori possiedono e che pochi valorizzano compiutamente, un po’ per la fretta, un po’ per l’abitudine a occuparsi d’altro: sto parlando delle risorse umane, dei tuoi collaboratori. Preziosi più dell’oro, specie in questo momento, non devono essere appannaggio unicamente delle Risorse Umane o Consulente paghe.

Risorse, appunto: come farle emergere in modo che siano ben motivate e possano aiutare l’azienda a prosperare? Facendo un passo indietro e ragionando in maniera strategica sin dalla loro selezione. Come si assumono i collaboratori migliori? E cosa significa “migliori”?

PRIMO: AVERE LA STESSA VISIONE

Se la tua azienda deve affrontare un mare in tempesta, tutta la ciurma deve essere allineata e propensa a dare una mano, dato che ci si salva tutti assieme. Per questo è fondamentale che i collaboratori abbiano la tua stessa visione. Non devono votare il tuo partito o tifare la tua squadra del cuore, ma sapere bene il contesto nel quale sono inseriti e remare con te nella stessa direzione. A te il compito, ogni giorno, di farli sentire nel giusto posto, preziosi e importanti per la riuscita della traversata.

SECONDO: INDIRIZZARE

Quando il collaboratore entra in azienda deve essere aiutato a capire in quale contesto si trova: deve avere ben presente non solo i suoi compiti e obiettivi, ma anche quelli dei colleghi delle varie aree. Vuoi agevolare il suo inserimento? Scrivi tu stesso il mansionario: essenziale che gli obiettivi indicati siano chiari e precisi. Nessuno si deve sentire smarrito; ciascuno deve essere responsabilizzato e consapevole di essere un ingranaggio importante in un orologio che funziona alla perfezione.

TERZO: INCENTIVI A FRONTE DI OBIETTIVI

Quando il momento lavorativo è complesso, le persone vanno sostenute in maniera ancor più attenta. Tradotto nella tua quotidianità, questo significa attivare piani di incentivi da liquidare al raggiungimento degli obiettivi (buoni spesa, buoni benzina, scontistica…).

QUARTO: MAI DIMENTICARE LA JOB ROUTE

L’inserimento vincente? Quello che prevede una job route precisa e definita: passo passo la persona sarà parte viva del progetto di business. In tempi bui, un vero faro per il fatturato e il futuro della tua impresa.

giuseppe arditi presidente Ursa Major Group e vicepresidente di Rete Horeca e Agrodipab

A OGNI NUMERO TI DARÒ IDEE E SUGGERIMENTI CHE TI FARANNO RISPARMIARE O GUADAGNARE SEMPRE DI PIÙ. NON VEDO L’ORA DI INCONTRARTI!

Hai domande o argomenti che vorresti fossero trattati? Scrivi a: mit@ristopiulombardia.it

logo DH

Seguici sempre sui nostri social

InstagramFacebookLinkedin

RELATED POST

Con l'inizio del nuovo anno, gli appassionati di birra possono già stuzzicare la loro curiosità per le ultime novità del mondo brassicolo.