Bottone rivista_Tavola disegno 1

BIRRE ARTIGIANALI COLLESI, ORO LIQUIDO NELLE MARCHE

Una produzione preziosa, frutto di intelligenza e lungimiranza imprenditoriale che valorizzano le qualità del territorio

L’azienda di Apecchio (Pesaro-Urbino) è famosa nel mondo per l’eccellenza tutta italiana, in particolare, dell’alta artigianalità marchigiana e dei suoi prodotti, che raccolgono sempre premi e riconoscimenti nazionali e internazionali. Nato dalla felice intuizione di Giuseppe Collesi, imprenditore agricolo appassionato innovatore, che per questo progetto avviato nel 2007 ha chiamato l’esperto mastro birraio belga Marc Knops, portando così nelle Marche la tradizione delle birre trappiste belghe, Collesi è uno dei rari casi di birrificio derivato da un’azienda agricola a ciclo completo, fortemente orientata ai principi di valorizzazione del territorio, in cui tutto avviene in sintonia con i ritmi della natura e secondo i più avanzati criteri di sostenibilità.

MATERIE PRIME E TECNICHE PRODUTTIVE

Le birre artigianali Collesi, infatti, sono ottenute dall’impiego di materie prime di ottima qualità e a Km 0, a cominciare dall’orzo coltivato direttamente in 200 ettari di terra dell’azienda stessa, la preziosa risorsa dell’acqua ricca di sali minerali, attinta direttamente alla fonte del vicino Monte Nerone, e le migliori varietà di luppolo, che Collesi ottiene da coltivatori della zona con i quali è consorziata. Ma anche dalle migliori tecniche di produzione che fanno propri i principi della tradizione innovandoli con il sapere odierno, con un costante e accurato controllo di qualità testimoniato dalla Certificazione ISO 9001:2015.

CARATTERISTICHE DISTINTIVE

Le birre Collesi sono tutte ad alta fermentazione, non pastorizzate, e con rifermentazione naturale in bottiglia, che permette di mantenere vivi i profumi e gli aromi di ogni singolo ingrediente. Raffinata anche nella linea affusolata delle bottiglie, la gamma Collesi offre prodotti per ogni menu e ogni palato: se la Chiara, ad esempio, è ideale per aperitivi o antipasti leggeri, la Ipa predilige piatti di pesce, carpacci e anche formaggi stagionati; la Bionda si esalta con primi piatti anche elaborati e secondi di pesce, mentre l’Ambrata e la Nera accompagnano al meglio le carni rosse alla griglia; la Triplo Malto è perfetta a tutto pasto, la Rossa si gusta alla fine con il dessert, mentre l’anima delicata della Blanche si sposa con pinzimoni, carni bianche o pesce, formaggi freschi e dolci semplici come la torta Margherita.

NOVITÀ

Per la stagione calda, Collesi presenta la nuova Birra Bionda Incanto: estiva e rinfrescante, nella sua elegante ed esclusiva bottiglia verde effetto ghiaccio, è perfetta da assaporare da soli o in compagnia. Di colore giallo paglierino, con una delicatissima velatura e una schiuma bianca e di buona persistenza, con gasatura sottile. Equilibrati i profumi, tra le parti fruttate, erbacee e maltate, per un aroma che invita a gustarla in tutta la sua leggerezza. Ideale come aperitivo e per accompagnare piatti freschi estivi, antipasti leggeri, pinzimonio, cibi delicati come pesce o carne bianca. Di recente, inoltre, Collesi ha presentato una riedizione di Terza Rima, linea dedicata alla GDO e ispirata a Dante e alle sue terzine: una rivisitazione, nella veste e nel gusto, in occasione delle celebrazioni per i 700 anni del Sommo Poeta, con uno studio e un’analisi che hanno seguito le suggestioni dell’immaginario dantesco. Progetto realizzato con l’azienda marchigiana Togni, con cui da anni ha avviato una partnership e a cui ha affidato in esclusiva la distribuzione dei suoi prodotti.

RELATED POST

Con uno sguardo rivolto al passato e un pensiero verso il futuro, la famiglia Arione affronta le sfide quotidiane puntando sull’innovazione e su una nuova immagine