Bottone rivista_Tavola disegno 1

QUALITÀ E SERVIZIO, BANDIERA DELL’AZIENDA

Una sorta di “cattedrale nel deserto” nata con l’obiettivo di far conoscere alla gente i propri prodotti e far bere bene

di Lorena Tedesco

Nata a Osoppo, in provincia di Udine, nel 1993, l’azienda familiare Comino Fabrizio & C vede inizialmente la sua attività incentrata sulla consegna a domicilio e la fornitura di prodotti beverage in occasione di varie sagre e manifestazioni. A gestirla sono Fabrizio Comino e Sandra Romano, coppia nella vita e nel lavoro, che hanno iniziato l’attività da giovanissimi dedicando all’azienda tutto il loro tempo e la loro passione. «Abbiamo iniziato l’attività di distribuzione con un vecchio furgone a noleggio nel 1993 – ci spiega Fabrizio – partendo di notte e tornando di notte. Un periodo di sacrifici durato 3 lunghi anni di cui però si sono visti i frutti… Infatti, dopo 6 anni abbiamo preso un collaboratore che ci aiutasse nell’attività del porta a porta e successivamente, nel 1995, abbiamo preso un magazzino in affitto di ben 700 metri quadrati dove abbiamo cominciato a fare l’ingrosso. Qualche anno dopo, nel 2003, abbiamo creato, con un nuovo magazzino di proprietà, la nostra prima enoteca, l’Enoteca La Nicchia, un punto vendita al dettaglio con oltre 3500 etichette, facendo un po’ da precursori qui in zona. Per noi sono stati anni di continua crescita, personale e professionale. Fin dall’inizio abbiamo lavorato tanto, e lo abbiamo fatto da soli, perché non avevamo agenti, ma avevamo tanta voglia di andare avanti, di crescere. E i fatti ci hanno dato ragione, tant’è vero che quest’anno il nostro fatturato si attesterà intorno ai 3 milioni di euro, quindi il 30% in più rispetto al 2019, nel periodo pre-Covid». Con oltre 25 anni di esperienza nel settore, la Comino Fabrizio & C., infatti, rappresenta oggi un’importante azienda di distribuzione bevande e un punto di riferimento per tutto il nord Italia. Nel 2021, inoltre, l’azienda ha ricevuto un importante riconoscimento: il Premio di Eccellenza Italiana.

Da sinistra, Roberto Santarelli, direttore responsabile di Tuttopress Editrice, Sandra Romano e Fabrizio Comino

Da sinistra, Roberto Santarelli, direttore responsabile di Tuttopress Editrice, Sandra Romano e Fabrizio Comino

BUSINESS UNIT E PERSONALE

Oltre all’enoteca interna, il distributore possiede un ulteriore punto vendita: una bottiglieria a Tolmezzo (Ud) che, oltre al vino, propone tanti prodotti gastronomici. «Era inizialmente un nostro cliente che poi, circa 6 anni fa, abbiamo rilevato. Poi abbiamo delle collaborazioni con altre bottiglierie che si appoggiano a noi e a cui, sostanzialmente, facciamo da magazzino». Si può quindi dire che Comino si articoli in 4 business unit: la distribuzione, le enoteche, il servizio a domicilio e lo stoccaggio. «Da poco abbiamo sviluppato anche la distribuzione alla GDO con prodotti a loro riservati» . Oggi l’azienda dispone di 9 dipendenti (agenti compresi) a cui si aggiungono due ragazzi che hanno un’agenzia che ci segnalano eventuali potenziali clienti. «I nostri dipendenti sono tutti preparati: hanno fatto dei corsi di formazione tra cui quelli di sommelier. Questo anche per quanto riguarda la birra, infatti hanno seguito tutti dei corsi di spillatura. Tra gli altri servizi, inoltre, facciamo formazione per i clienti, organizziamo dei master con i nostri mastri birrai, oppure con il nostro tecnico che fornisce informazioni utili in merito alla manutenzione degli impianti (ad esempio, come si attacca il fusto, come si sfiata, come si pulisce…) che dovrebbe essere giornaliera.

th__20_4890
th__20_4902

TIPOLOGIA DI PRODOTTI

Specializzata nel commercio di vini di qualità, la Comino Fabrizio & C. mette a disposizione dei clienti anche liquori, distillati, e un vasto catalogo di birre, oltre alle bevande analcoliche che ampliano il catalogo ad oltre 5.000 articoli. Molti infine i servizi riservati agli operatori Horeca, in particolare bar, ristoranti e hotel. «Siamo molto forti sul vino, ma anche sulla birra, acque e superalcolici. Pochi prodotti gastronomici ma di qualità. Tutte le settimane organizziamo delle degustazioni gratuite a tema dedicate sia a prodotti di aziende italiane sia estere. Ad esempio, negli scorsi mesi abbiamo organizzato la degustazione dei vini della Valtellina e della Valpolicella, mentre nel mese di giugno abbiamo fatto una degustazione di vini austriaci così da farli conoscere anche ai nostri clienti e proporre qualcosa di diverso».

ECCELLENZE BIRRARIE

«Tra i nostri prodotti, oltre ai vini, ci sono due birre dalla Germania, tra cui la bavarese Bräu im Moos, specialità prodotta da quattro generazioni in un piccolo birrificio artigianale attivo dal 1871, di cui siamo importatore esclusivo per l’Italia. Un prodotto dalle grandi potenzialità che stiamo spingendo sul mercato soprattutto al nord, ma anche in centro Italia, anche se stiamo trovando alcune difficoltà, soprattutto legate al fatto che si tratta di vuoto a rendere. Oltre alla Bräu im Moos, che produce 35mila ettolitri e ha un rapporto qualità-prezzo eccezionale, abbiamo la Graf Arco, un’azienda un po’ più strutturata, che fa 150mila ettolitri e con birre il livello qualitativo non si discute… tant’è vero che ogni anno ricevono un riconoscimento per la qualità. La birreria, a gestione familiare, è situata all’interno di una foresta a Tüssling, nel cuore della Baviera, accoglie 600 posti, tra interno ed esterni, e propone specialità tra salumi, primi e secondi piatti tutti a base di cervo. Le birre sono tutte molto beverine, che si tratti di pils, lager, weizen, hell o anche di una birra scura, sono tutte birre facili ed è proprio questo il loro punto di forza».

th__20_4851

LA TIPOLOGIA DI CLIENTI

«Per quanto riguarda la clientela il 20% è costituito dai privati, a cui facciamo servizio domicilio o che vengono anche qui in sede a comprare, ma il resto è Horeca, soprattutto bar e ristoranti. Oltre a fare le carte dei vini, ai ristoranti facciamo servizio anche 2 volte alla settimana. Un’altra percentuale importante di clienti è rappresentata dai punti di vendita che qui sono molto importanti nel periodo natalizio, in particolare la nostra enoteca bottiglieria di Tolmezzo che, trovandosi nel centro storico, lavora così tanto che nel solo mese di dicembre raggiunge il 50% del suo fatturato. In più lavoriamo molto anche sull’on line, che abbiamo attualmente sospeso perché stiamo provvedendo a migliorarlo».

RIPARTIZIONE CATEGORIA MERCEOLOGICA:

RIPARTIZIONE CLIENTI:

SERVIZI IN PIÙ

«Noi forniamo anche servizi per le feste, come postazioni mobili, chioschi, banchi luminosi, speciali rimorchi che si aprono e si trasformano in birrerie, con un bancone attrezzato di 12 metri (dotato di 4 lavandini, 4 colonnine e un frigorifero) e una cella da 60 fusti di birra. Inoltre, forniamo tavoli, panche, impianti di nostra proprietà che diamo in comodato d’uso e di cui facciamo noi la manutenzione ogni 30 giorni, come a tutti i nostri impianti. Infine, forniamo servizi e prodotti in occasione di concerti anche di notevole rilievo, soprattutto a livello regionale, anche nei rifugi di alta quota. Siamo attrezzati a fornire tutto, dalla A alla Z. Sono eventi che richiamano davvero tantissima gente. Da poco si è conclusa una manifestazione con i tank da 1000 litri, abbiamo fatto dei numeri davvero alti. Quest’anno posso dire che le feste hanno segnato almeno il 30% in più rispetto al 2019».

 CHECK AZIENDA

RAGIONE SOCIALE: COMINO FABRIZIO & C.

INDIRIZZO: Via Matteotti, 101/1 – 33010 Osoppo (UD) 

TEL.: 0432 975990 

WEB: www.cominofabrizio.it

TITOLARI: Fabrizio Comino e Sandra Romano

DIPENDENTI: 9

COMINO FABRIZIO & C. è associato a HORECA.IT

th_th__20_4901

Seguici sempre sui nostri social

InstagramFacebookLinkedin

logo DH Distribuzione Horeca

RELATED POST

L'industria delle bevande in generale sta entrando in una nuova era. I produttori di birra, vino, alcolici e bevande analcoliche, precedentemente ‘puri’, stanno adottando un approccio olistico per soddisfare una gamma più ampia di preferenze e occasioni di consumo.
I dati più recenti dell'IWSR mostrano che il consumo di analcolici nei 10 principali mercati no/low-alcohol del mondo che rappresentano circa il 70% dei volumi globali di analcolici, è cresciuto del +5% in volume nel 2023 e il mercato vale ora oltre 13 miliardi di dollari.